giovedì 9 giugno 2016

ANCeSCAO: LA RACCOLTA DIFFERENZIATA SPIEGATA IN LINGUA CINESE


LA RACCOLTA DIFFERENZIATA SPIEGATA IN LINGUA CINESE
Quattro associazioni ternane in campo per il progetto Eco.Integrazione

Anche la comunità cinese che vive a Terni e che gestisce diversi negozi e ristoranti deve fare la raccolta differenziata e per aiutarla in questo percorso scendono in campo quattro associazioni ternane.
Il progetto che ha vinto un bando della Regione Umbria si chiama Eco.Integrazione ed è stato presentato dall'A.S.C.R. Guglielmi ONLUS, Ecologicpoint, ANCeSCAO Umbria Sud e la locale sezione di Italia Nostra.
E' stata realizzata una locandina informativa sulla raccolta differenziata in lingua cinese, che spiega in modo semplice ed efficace la differenziata locale e che sarà appesa in tutte le case, le attività commerciali e nei ristoranti cinesi.
"Quella cinese -spiegano i promotori del progetto- è una comunità meno accessibile delle altre. A differenza di altre comunità non ha un'associazione che la rappresenta e questo comporta una scarsa interazione con la realtà locale e una significativa difficoltà di apprendimento della lingua italiana"
Il tramite tra l'associazione Ecologicpoint e i cinesi residenti a Terni e Narni si chiama Qiu Weiyong, è il proprietario di un ristorante e ha dato un prezioso aiuto per le traduzioni. Aiuterà i volontari nella consegna ad ogni famiglia della sua comunità del materiale informativo, spiegando le regole per la differenziata. Stessa cosa farà Ecologicpoint per quanto riguarda ristoranti e attività commerciali del territorio ternano.

"Siamo impegnati come volontari ad interagire con le Istituzioni per proporre progetti volti a facilitare la promozione delle buone pratiche sulla raccolta differenziata di qualità e la riduzione dei rifiuti -dice Serenella Bartolomei, presidente di Ecologicpoint. Per noi è estremamente importante coinvolgere tutti i cittadini, anche quelli stranieri residenti nella nostra città, e questo può essere fatto avvicinandosi di più alla loro cultura e parlando direttamente nella loro lingua"
"La rete dei 33 Centri Sociali ANCeSCAO del territorio -afferma il presidente, Lorenzo Gianfelice- è impegnata da tempo a garantire la massima diffusione e la promozione della raccolta differenziata e della sostenibilità ambientale a favore di tutta la cittadinanza. Quest'anno, oltre agli incontri organizzati in collaborazione con l'ASM in tutti i Centri Sociali, che hanno visto la partecipazione di migliaia di persone, abbiamo con piacere aderito alla proposta progettuale Eco.Integrazione per il coinvolgimento della comunità cinese residente nella nostra città